Origine del Comportamento

Non giudicare il cane dal suo comportamento, fermati a pensare cosa c’è dietro.  Dietro ad ogni comportamento ci sono emozioni e motivazioni che hanno una radice genetica, in parte,  ed in parete acquisita. Qui di seguito una semplificazione dell’origine del comportamento del cane come quello di tutti gli esseri viventi, noi compresi.

Epigenesi del comportamento

A seconda dell’origine, Il Comportamento del Cane può essere di due tipi:

  • Innato/Istintivo: quando si presenta a livello genetico e non ha bisogno di essere appreso. Queste rigide sequenze comportamentali possono apparire alla nascita o piu avanti nella vita del cane  in specifici momenti, ad esempio pensa a tutti i comportamenti materni o sessuali.
  • Appreso: quando viene acquisito dall’esperienza con l’apprendimento. Queste sequenze comportamentali hanno il vantaggio di essere plastiche per agevolare l’adattamento. Pensa a come il cane aguzza l’ingegno per ottenere qualcosa che desidera.

Semplificando possiamo dire che alcuni comportamenti istintivi (genetici) sono destinati a modificarsi in virtù dell’ambiente o degli ambienti in cui il soggetto  vive, allo scopo di garantirne la sopravvivenza. L’apprendimento fa si che un individuo si adatti all’ambiente ed evolva anche a seconda del proprio stato fisiologico (giovane, anziano, in riproduzione, in maternità, ecc) partendo sempre dal suo bagaglio genetico: questo è il concetto di Epigenesi.

Filogenesi 

Andiamo ancor di piu nello specifico, perche questa separazione sull’origine del comportamento, innato e appreso, in Etologia (la scienza che studia il comportamanto animale) viene classificato come Filogenesi e Ontogenesi.

Quando vai in allevamento a comprare un Golden retriever piuttosto che un Bulldog francese, ci si auspica che almeno un po’ di Filogenesi tu la conosca. La Filogenesi è l’eredita genetica di quel cane,  derivante dalla sua specie: canis familiaris, dalla sua razza: Golden retriever, dalla sua famiglia: Allevamento del Dorato mantello di Dorotea madre e Doris padre … ad esempio. Se prendi invece un cane da un canile puoi ipotizzare che sia nato da genitori semi-selvatici lupoidi … ad esempio.

Nulla però  ti darà la garanzia del mix di comportamenti genetici presenti in quel cucciolo, nel secondo caso molto più  che nel primo. La verità è che sono pochi quelli che compano o adottano cani informandosi preventivamente sulle caratteristiche  comportamentali filogenetiche, la maggior parte delle volte la scelta si basa si canoni puramente estetici. Purtroppo anche per questo motivo i canili sono pieni di cani abbandonati per incapacità di gestione da parte dei primi proprietari.

Tutto il repertorio dei comportamenti specifici di una data specie, nel nostro caso Canis Familiaris nella moltitudine di razze, viene definito Etogramma Specie Specifico.

Scuotere un gioco è un normale comportamento presente nell’etogramma

Etogramma:

In Etologia, il rilevamento e la registrazione delle azioni di un animale di una data specie, seguiti al fine di stabilire la probabilità e la successione di una determinata azione in relazione alle motivazioni interne o esterne, naturali o indotte sperimentalmente. Treccani

Quanto più è evoluta una specie, tanto piu complesso è il suo Etogramma.

L’Etogramma del cane racchiude tutta una serie di comportamenti che ogni giorno osserviamo nei nostri cani e che possono essere racchiusi in Classi e ogni classe a sua volta in Moduli (Scott e Fuller)

Classi: Neonatale, Materna, Sociale, Sessuale e Riproduttiva, Alimentare e Ingestiva, Ritmi biologici.

Moduli: Comportamento investigativo,  Comportamento agonistico, Comportamento eliminatorio, Comportamento ingestivo, Comportamento sessuale, Ricerca di Comfort ambientale.

Ad esempio dei comportamenti legato alla sfera alimentare sono: mordere, squotere, strappare, sotterrare ecc. Dei Comportamenti legati alla sfera Sessuale possono essere: calore, gravidanza, gravidanza isterica, accoppiamento ecc… Prova ad immaginare quanto può essere vasto  l’etogramma del cane considerando le molteprici variabili a cui è sottoposto e la complessità della specie.

Ontogenesi 

Ma se un cane puo avere una Filogenesi (eredità genetica) identica con gli individui della sue stessa specie e razza, l’Ontogenesi è l’espressione della pura individualità.  È la somma di tutte le esperienze che il cane ha avuto dalla nascita e via via avanti nella vita: la mamma e i fratelli, le esperienze da cucciolo e adolescente, la vita da randagio o in canile, il proprietario e la relazione con lui, l’ambiente in cui vive, le esperienze vissute e non vissute. Tutto

Questo è il cane finito, il cane che hai difronte, difianco o davanti. Parte dei comportamenti che quel cane esibisce sono tua responsabilità o almeno possono essere moderati o cambiati o addirittura sostituiti con altri comportamenti.

Problemi comportamentali 

Quando si parla di problemi comportamentali di solito il cane esibisce dei comportamenti normali e presenti nell’etogramma, ma li esprime in contesti inappropriati o in modo non accettabile per il proprietario perché pericoloso per il cane stesso, per altri cani, animali o persone.  A volte i comportamenti normali possono essere espressi in maniera troppo frequente o per periodi troppo prolungati o ad intensità inaccettabile per il proprietario o per la società.

A volte invece i comportamenti espressi sono anormali, non presenti nell’etogramma o presenti ma in frequenza e intensità “normali”, si parla quindi di comportamenti patologici.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.