Perchè il mio cane scava le buche?

Perchè il mio cane scava le buche?

Molto spesso mi viene fatta questa domanda dai clienti, soprattutto quando la vittima è il giardino, ma in realtà come vedremo, il cane può scavare ovunque, anche in area cani, al campo di educazione, nei boschi o in spiaggia. 

Un paio di volte mi è capitato di essere chiamata proprio per aiutarli in questa questione, che sarebbe di veloce e semplice risoluzione se solo i proprietari fossero disposti a fare quelle poche e basilari cose che andrebbero fatte.

La chiamo “questione da risolvere” e non problema perché un problema non lo è affatto, almeno per il cane e almeno nella maggior parte dei casi (se escludiamo OCD e Frustrazione).

Vero è che a volte sono capaci di scavare delle buche impressionanti ad una velocità inaudita, e l’orto va a farsi benedire in un attimo.

Bene, entriamo nel vivo dell’argomento contenuto in quest’altra domanda da un milione di dollari, o meglio, da un milione di risposte.

Perchè il cane scava le buche?

 

immagine presa dal web

 

PER NOIA

Il motivo numero uno, almeno nella mia esperienza, è la noia. Anche se un cane non scava mai solo per noia, sia chiaro.

Analizziamo una situazione tipo:

Giovane e pimpante cagnetto, magari taglia medio/piccola, magari somigliante o identico ad una di quelle razze da caccia in tana come ad esempio jack russel o bassotto, ma potrebbe benissimo essere una taglia medio grande braccoide o molossoide, sia chiaro.

I proprietari escono di casa la mattina alle 7,30 per fare ritorno la sera alle 17,45 e lui ha una fantasticissima e costosissima cuccia coibentata tutta in legno di Noce dell’Amazzonia (esiste?), con cuscini in velluto in seta tessuto a mano da donne persiane (esiste?) con il suo nome stampato sopra, ha 867 tra palline, tira e molla e altri giochi, di cui la metà mortali perchè comprati dai cinesi, sparsi per il giardino e….ah il giardino… il giardino è favoloso …immenso: 350 mq di giardino eh, è fortunatissimo.

Il poveretto non è per nulla interessato a cacciar via la gente  che passa fuori casa, anzi, ogni volta si fionda sul muro di cinta guaendo per attirare l’attenzione con un giochino in bocca pregando il passante di entrare a fare due tiri con lui ma, niente.

E così se ne torna sconsolato verso il posticino al sole che si era scelto dopo aver già perlustrato e ripreso possesso di tutto il giardino, dopo aver distrutto il coccodrillo in plastica comprato dai cinesi e averne anche mandato giù un pezzettino, dopo aver rincorso 2 lucertole, 1 grillo e 1 farfalla – il grillo l’aveva quasi preso però eh –  dopo aver schiacciato un pisolino di 90 minuti abbondanti, non gli resta che …scavare.

It’s good!

Scavo e son felice perchè mi riesce così bene, scavo tante buche e ci pianto bandiera. Sono soddisfatto perchè è veloce, mi sfogo e rendo il giardino bellissimo, non tutto piatto e monotono, ma bello movimentato e con tanti odorini interessanti. Mi piace!

In ogni caso, ogni cane secondo le attitudini di razza, allo stato biologico e  alle sue esperienze preacquisite, reagisce o meglio “sopravvive” alla noia in maniera differente.

Perciò un cane non scava mai solo per noia, ma sono presenti anche altri fattori che andremo a vedere adesso.

 

PER CACCIARE

Alcune razze come i Jack Russells ad esempio, i Bassotti, i cani del gruppo Terriers o i Beagles scavano per cacciare, semplicemente perchè noi umani li abbiamo, in illo tempore, selezionati a questo scopo.

Si tratta soprattutto di caccia di piccoli animali da tana, come lepri, conigli, talpe e altri roditori che vivono in tana e formano dei tunnel sotterranei anche lunghi decine di metri.

Se pur li abbiamo con noi per compagnia, la motivazione di razza è presente in quel cane anche se incrociato con altre razze, quindi anche se è un meticcio o un mix fantasia con caratteristiche fisiche che ricordano uno dei cani citati prima.

Questi cani possono scavare in giardino per noia o per piacere o possono scavare quando li portiamo a passeggio liberi per boschi. In questi casi la spinta motivazionale è talmente forte che è come se il cane cadesse in trans, quasi non avesse più nulla in testa se non la caccia.

 

immagine presa dal web

 

PER NASCONDERE LE PROPRIE RISORSE

Anche se oggi dormono tra i cuscini di velluto e strass e mangiano due volte al giorno nella ciotola di porcellana con il loro nome dipinto a fuoco, i cani per millenni hanno dovuto cavarsela da soli e di ciò resta ancora memoria nel loro DNA.

Potrebbero seppellire cibo o ossa, che non vogliono consumare subito o addirittura dei giocattoli o cose di uso comune che considerano “loro risorse”; ad esempio i vostri occhiali Guess o le scarpe di Prada.

Il comportamento di seppellire le risorse è osservabile soprattutto quando si hanno più cani in casa, nelle aree cani o durante le passeggiate anche in gruppo quando il cane che trova la lepre morta, va subito alla ricerca del nascondiglio ideale dove seppellire il bottino lontano da sguardi indiscreti, per consumarla in momenti di magra.

 

PER CERCARE I TESORI NASCOSTI

Nella testa di un cane, dove c’è terra smossa c’è qualcosa di fantastico nascosto sotto.

Potrebbe essere passato di lì a poco un altro predatore aver nascosto la preda appena cacciata … chi lo sa, magari per consumarla in un futuro.

Cosa c’è di meglio di un pasto ottenuto gratis, senza sforzo e per di più così a sorpresa?

E se poi ci trovano i bulbi dei gladioli appena piantati dalla mamma la sera prima pazienza, proveranno a masticare anche quelli o al massimo ci giocheranno un pò!

 

PER CURIOSITÀ’

Si riallaccia anche un pò alla ricerca dei tesori nascosti.

Se il cane nota qualcosa che prima non c’era, a seconda anche della sua normale attitudine esplorativa, sarà portato ad andare a vedere e annusare cosa c’è di nuovo lì in quel punto.

Lo vediamo molto nei nostri giardini, soprattutto quando ci decidiamo una buona volta a piantare le viole o a rifare l’orto e il giorno dopo sembra essere stato devastato dall’uragano Katrina.

Lo vediamo molto anche in area cani, quando appena arrivati, il cane comincia a lanciarsi da una parte all’altra come una pallina da flipper per andare ad annusare tutte le novità.

 

 

 

meme dal web

 

PER EVADERE

Per evadere dal giardino o dall’area cani perchè magari vuole andare a trovare quella cagnetta che abita in fondo alla strada, o ha appena visto un gatto passare o gli è sembrato di sentire l’auto del proprietario che torna a casa.

Può essere che abbia una voglia matta di esplorare il mondo e nessuno lo porta mai a fare una bella passeggiata con gli altri cani.

Potrebbe capitare che il cane scavi sotto ai recinti per scappare quando, in preda al panico da temporale o da botti, cerca disperatamente un posto dove ripararsi. E’ terribile.

 

PER STARE FRESCO O RIPARARSI

Nei periodi caldi, il cane potrebbe  scavare una buca ampia e profonda qualche centimetro per poter trovare refrigerio dal terreno fresco sottostante.

Potrebbe decidere anche, nonostante il suo cuscino di velluto con iniziali, di scavarsi una buca che lo tenga ben nascosto ma protetto, consentendogli però di avere una buona visuale sull’esterno. Questo possiamo notarlo anche tra i cani che vogliono tutelarsi magari da invasioni di “campo” come può essere il giardiniere o gli operai che fanno lavori in giardino, tenendo però sempre d’occhio la situazione.

I cani paurosi o addirittura fobici, potrebbero scavare delle buche nascoste e molto profonde per tutelarsi, le mamme invece solo per preparare la zona ideale per far nascere i piccoli.

 

PER ATTIRARE L’ATTENZIONE

E’ una cosa tristissima, ma alcuni cani in deficit di relazione con i proprietari e che per attitudini di razza o personali invece, di questa relazione e interazione ne hanno bisogno come l’aria, si può notare che iniziano a scavare buche per attirare l’attenzione, semplicemente perchè ogni volta  che lo fanno qualcuno, nel bene e nel male si interessa a loro. Triste.

Rincorrere il cane che scava o andare subito a ricoprire le buche brontolando, non fa altro che far capire al cane che quella cosa richiama la nostra attenzione, ma anche che ci piace anche un sacco perchè ci mettiamo subito subito anche noi a giocare con la terra!

 

PER CREARE UN DIVERSIVO O PER LEGARE CON ALTRI CANI

All’interno di una sequenza comunicativa tra due o più cani, può essere che lo scavare una buca sia utilizzato da un cane davvero competente come messaggio di pacificazione, ad esempio scavo questa buca e te la regalo, oppure scaviamo insieme o ti faccio vedere come si fa, o ti invito a giocare o interagire con me.

Oppure per creare un diversivo e sdrammatizzare una situazione che sta acquisendo tensione, succede così che avviene un interruzione di modulo e la tensione si disperde.

 

Chérie che scava al parco – Foto di Matteo Sansottera

 

PER SCARICARE ENERGIA/STRESS

Se un cane ha accumulato tanta energia e deve trovare dei modi per scaricarla, uno di questi modi può essere scavare buche perchè non sa cosa d’altro fare – e ci colleghiamo al discorso noia. Se una situazione lo stressa molto, può decidere di scaricare la tensione scavando buche, molte volte come comportamento sostitutivo a quello che magari vorrebbe fare davvero: scappare, mordere.

Queste due opzioni le notiamo molto nei parchi tra i cani al guinzaglio con i proprietari in situazioni poco gradite al cane che, molto saggiamente, decide di scavare una buca invece di adottare misure meno ortodosse.

Mi è capitato di vederlo spesso in campo durante le prime consulenze o nei primi giorni delle lezioni di gruppo.

 

PER SENTIRE MEGLIO UN ODORE

Vi è mai capitato che il vostro cane smuova leggermente con una zampa il terreno in superficie e poi annusi molto intensamente in quell’esatto punto e poi ancora gratti via un altro velo di terreno e ancora annusi?

Lo fa per sentire meglio l’odore di cui quel terreno è intriso. Non è raro che si tratti di tracce lasciate da un selvatico o da un’altro cane, molto spesso ci sono di mezzo i feromoni.

Smuovendo il terreno, il cane grandissimo genio, libera le particelle odorose che diventano quindi volatili e così’ riesce a percepirle meglio. Genio.

 

PER DIRE CHE QUEL POSTO E’ SUO

Raspando il terreno il cane rilascia dei feromoni attraverso le ghiandole interdigitali. Questi feromoni servono anche a comunicare alcune cose agli altri cani, tra cui il possesso di quella parte di territorio, l’invito a fermarsi e non attraversare quel punto. Anche il segnale visivo a distanza serve allo scopo, ovvero farsi vedere con gesti plateali che scavano proprio quel punto li.

 

Scavare è un comportamento normalissimo per un cane, è come inseguire la pallina, mangiare o accudire i piccoli.  Non va sgridato mentre lo fa, ma bisogna semplicemente farsi aiutare a capirne le motivazioni principali e agire di conseguenza con l’aiuto di un esperto.

Mary Veg

Esperta in Riequilibrio Comportamentale del Cane e Coach della Relazione Uomo/Cane

Contatti

 

Un commento su “Perchè il mio cane scava le buche?”

Lascia un commento

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.